Etichette del vino: cambiano entro fine 2022

Cambiano le etichette delle bottiglie di vino, entro la fine del 2022. Ci dovranno essere per legge il contenuto energetico e un QR Code dove si potranno trovare gli ingredienti e gli eventuali prodotti allergenici contenuti nella bottiglia. Arriveranno anche gli alert sanitari per i minorenni, per chi si mette alla guida e per le donne in gravidanza.

A Bruxelles è stato raggiunto un accordo che passerà ora il vaglio del ministri dell’Agricoltura e dell’Europarlamento. “L’accordo apre la strada a una Pac più equa, green e sostenibile per gli agricoltori europei. La nuova Pac rafforza le misure ambientali e comprende anche disposizioni per garantire un sostegno mirato alle aziende agricole più piccole nonché aiutare i giovani agricoltori ad accedere alla professione”.

Paolo Castelletti, segretario generale dell’Unione Italiana Vini, all’Ansa ha detto: “Apprezziamo l’intesa raggiunta che peraltro vede il vino prodotto nell’Unione Europea, Italia compresa, in ruolo di apripista nell’operazione-trasparenza con i consumatori, senza peraltro far divenire l’etichetta un “bugiardino” con caratteri piccolissimi e in una Babele di lingue. Soddisfazione è in particolare per questa soluzione che, grazie all’e-label, evita difficoltà per le Pmi vitivinicole e per tutte le aziende con ampia gamma produttiva sia nel confezionamento che nella gestione del magazzino e logistica. Visto che la normativa comunitaria è identica per tutti i consumatori Ue abbiamo rischiato di dover stampare in oltre 22 lingue e fare spedizioni differenziate per i mercati di destinazione, un disastro”.

“Accogliamo con favore anche la scelta dei pittogrammi per l’indicazione obbligatoria delle avvertenze sanitarie (logo donna incinta, logo divieto di guida in stato d’ebrezza, divieto di consumo ai minori) che diventeranno obbligatorie entro la fine del 2023″.


Lascia un commento