Etichette alimenti: cosa significano i simboli

Le confezioni degli alimenti, sull’etichetta, riportano immagini e loghi che ci permettono di conoscere alcune caratteristiche particolari. Per esempio, se un prodotto è biologico o meno, in quale tipo di materiale è stato imballato.

Sugli alimenti senza glutine, ossia quelli in cui il glutine non supera la quantità di 20 mg/kg, troviamo il simbolo di una spiga su un cerchio barrato. Quella barrata rotta su fondo bianco è il logo registrato dall’Associazione italiana celiachia. La scritta Bio indica chiaramente che quel prodotto arriva da agricoltura biologica, il che impone all’alimento di rispettare diverse prescrizioni di legge. Per essere sicuri, è meglio diffidare dai loghi non ufficiali e scegliere sempre quello europeo.

Il bicchiere e la forchetta ci dicono che il materiale in cui è confezionato il prodotto è adatto al contatto con gli alimenti. Per sapere se è davvero così, i produttori effettuano diverse analisi di laboratorio e verificano che, per effetto del tempo o della temperatura, le sostanze contenute nel Moca (dal contenitore per il microonde ai sacchetti per congelare) non migrino all’interno dell’alimento. ‘100 % vegan’ significa che quel prodotto è fatto senza alimenti animali o derivati.

Sulle etichette delle confezioni troviamo il codice a barre, che serve per rendere più semplici le operazioni di carico e scarico e il passaggio alla cassa. Sul codice a barre troviamo alcune informazioni: le prime due cifre rappresentano l’autorità nazionale di codifica, le successive cinque cifre il produttore, le ultime cinque cifre il prodotto. L’ultima cifra è la validità, ovvero una firma digitale che garantisce l’autenticità del codice a barre.

Un triangolo fatto di freccette significa che parte dell’imballaggio è riciclato o riciclabile. Se troviamo un simbolo simile, ma con frecce più sottili, sappiamo che quel produttore appartiene a consorzi che lavorano nel riciclo degli imballaggi.

Infine, sulle etichette c’è il quick response (risposta rapida), utilizzato per memorizzare informazioni che si potranno leggere con lo smartphone. Il simbolo sono tre quadratini all’interno di uno sfondo fatto di altri simboli geometrici e con una freccetta bianca come quella del cursore di un pc.


Lascia un commento